Immaginate un vero appartamento, abitato ed arredato interamente con i prodotti di un’importante azienda italiana di livello internazionale, i cui proprietari, appassionati di design, aprano periodicamente le porte ai cittadini organizzando al suo interno eventi culturali di vario genere.

A partire da sabato 11 giugno è approdato dunque anche a Bergamo, in via Colleoni n. 38, il progetto abitativo e culturale ideato da Diego Paccagnella, direttore creativo dell’azienda padovana di arredamento e design Lago, nato due anni fa al Salone del Mobile di Milano ed esportato poi a Venezia nel cuore del Mercato di Rialto e di li a Bologna, Riccione e Torino. Si tratta di una show-room e allo stesso tempo di una vera casa aperta alla città

 

L’appartamento di via Colleoni 38 – uno spazio di circa 60 mq situato in uno stabile della fine dell’‘800 posto nella parte della Città Alta di Bergamo – è infatti di proprietà di Fabio e Marta, una giovane coppia rispettivamente di 29 e 26 anni che ha proposto all’azienda Lago il proprio progetto di ristrutturazione, realizzato in collaborazione lo studio milanese Salotto buono.

L’azienda ha scelto il progetto di Fabio Zanchi e Marta Torriani  per realizzare il primo Appartamento Lago a Bergamo e ha messo a sua disposizione la consulenza del proprio Centro Progettazione, provvedendo inoltre a fornire, ad un prezzo agevolato, i propri prodotti per l’arredamento della casa

Per parte loro Fabio e Marta si sono impegnati ad aprire le porte di casa ai cittadini bergamaschi: la prima volta l’11 giugno e poi di volta in volta durante l’anno,proponendo momenti di aggregazione di vario genere: da workshop di cucina a serate di proiezione di film in lingua per studenti Erasmus, da iniziative benefiche rivolte a Onlus ad corsi di Yoga. Allo stesso modo chiunque sia in cerca di uno spazio per proporre mostre o piccoli eventi potrà contattare Fabio e Marta ed organizzarli all’interno dell’Appartamento

Gli eventi potranno essere prenotati on line sul sito e saranno, anche per esigenze di spazio, a numero chiuso. In questo modo l’Appartamento Lago Bergamo vivrà giorno per giorno e gli ospiti potranno allo stesso tempo apprezzare i prodotti dell’azienda padovana in un contesto reale e non in un’asettica show-room. Due gli aspetti che fanno dell’Appartamento di Bergamo un caso unico nel panorama degli Appartamenti aperti da Lago in altre città: in primo luogo questo sarà il primo interamente visitabile virtualmente grazie a uno speciale montaggio fotografico a 360°che permetterà agli utenti web di muoversi all’interno dell’appartamento e farsi un’idea tridimensionale dell’interior e dei prodotti Lago. La visita potrà essere fatta anche su uno smartphone, semplicemente navigando nel browser, senza la necessità di scaricare particolari applicativi. In secondo luogo l’Appartamento di Bergamo si distingue per il profondo rapporto con il Lagostore presente in città, i cui titolari, Beppe e Paolo Marchetti, hanno manifestato da subito entusiasmo nel progetto, mettendo a disposizione di Fabio e Marta non solo le proprie competenze, ma anche il proprio bagaglio di relazioni. Questo ha dato vita immediatamente ad un circolo virtuoso fra il Lagostore e l’Appartamento, che proseguirà anche in futuro, e che testimonia come  l’aspetto commerciale e quello culturale, se combinati in modo intelligente e corretto, possono originare interessanti sinergie

 

L’idea di partenza del progetto Appartamento è molto semplice: convinta del fatto che il design non debba guardare soltanto al singolo prodotto, ma al miglioramento della vita e del lavoro delle persone, Lago ha cercato a partire dal 2009 una soluzione innovativa per dimostrare nei fatti questo pensiero.

Durante il Salone del Mobile di Milano di quell’anno, ha sperimentato il primo Appartamento in una casa in Via Tortona, che si differenziava da tutti gli spazi espositivi del Salone per la trovata innovativa di far vivere dentro la casa lo staff dell’azienda e di accogliere i visitatori come degli ospiti: a tavola, con un cuoco che ha preparato piatti, spuntini, merende, per tutto il periodo dell’evento.

Nel breve periodo della sua apertura l’Appartamento ha avuto più di 10.000 visitatori, articoli su tutti i giornali e su centinaia di pagine web. L’esperimento è stato poi ripetuto nel 2010 in Via Brera e poi a Venezia, Bologna e Riccione e Torino.

Si tratta, dunque, nei fatti, di un nuovo modello economico e culturale: tutti possono candidarsi e proporre il proprio appartamento, viverci, lavorarci e farlo diventare un punto di riferimento in città. Chi sa rendere speciale un appartamento è il padrone di casa: il “tenant”, che ha il compito di organizzare eventi, conoscere chi fa innovazione nella sua città e sviluppare occasioni di networking, far conoscere a quante più persone possibili il luogo dove vive. Il tenant è ovviamente appassionato di design e sa tutto dei mobili Lago, per questo ne è l’ambasciatore in città. Aprendo la propria casa aiuterà altre persone nella progettazione e nella scelta di acquistare dei mobili Lago. In questa sua attività è supportato da Lago che fornisce l’arredamento della casa ad un prezzo agevolato, la formazione e gli strumenti necessari

Allora?! Che ne dite di partecipare al progetto?!

Per qualunque informazione aggiuntiva non esitate a contattarmi a [email protected]

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati