L’Eau des Sens è la nuova fragranza di Diptyque disponibile da marzo 2016 nelle boutique e presso tutti i concessionari esclusivi. L’Eau des Sens è una piccola musica che respira sulla pelle, una vibrazione vitale dove si accordano il fiore d’arancio, l’arancia matura, le bacche di ginepro, l’angelica e il patchouli. L’idea di partenza che caratterizza l’Eau des Sens è un punto di vista olfattivo diverso, una sorta di filosofia della dolcezza. Una dolcezza del corpo e per il corpo. La dolcezza di una pelle sensibile dove il carnale e lo spirituale si avvolgono l’un l’altro attorno a una materia primigenia, fresca e completa. L’Eau des Sens deve la sua memoria viva all’originalità del gesto della composizione creativa. Ogni fragranza mantiene al suo interno tutte le parti dell’agrume, la foglia, il fiore e la scorza del frutto in un tutt’uno, catturando così tutta la sua energia vitale. Il neroli non ha abbandonato il suo ramo, e questo gli conferisce un ulteriore tocco di effervescenza e nelle scorze di luce color arancia, il fiore è sempre presente. L’Eau des Sens è un’avventura diptyque. Appena si ha l’illusione di comprenderla e possederla, cambia direzione e improvvisamente si sfaccetta in legni e spezie sconcertanti. L’Eau des Sens è rotonda, armoniosa, carezzevole, blu come un’arancia su uno stelo verde, come il sole del sud della Francia. Ma all’improvviso l’Eau des Sens muta e diventa profonda come il respiro suscitato dalle sue note di legno rinfrescante di zenzero. L’Eau des Sens è un prodigio di equilibrio, è sensuale e sensibile, è femminile e maschile. L’Eau des Sens ha un profumo buono. Ottimo. E’ un vero piacere dei sensi e per i sensi. L’Eau de Sens semina la confusione. Alcune persone percepiscono i colori come profumi. Altre sentono i bisbigli, sembrano assaporare l’ambrosia o cogliere un profumo di pelle fresca. Se anche voi avete percepito queste sensazioni siete vicini, avete trovato l’Eau de Sens.

Articolo scritto e redatto da Ilaria Beghin | Tutti i diritti sono riservati

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati