Ci sono oggetti che tendenzialmente ho immaginato nelle mie fantasie di ingegnere eccentrico, altri oggetti che ho sognato di possedere e ce ne sono poi alcuni che ho immaginato e nel contempo sognato di possedere. L’oggetto di cui vi parlo oggi appartiene all’ultima categoria ovvero a quegli oggetti che ho in qualche modo immaginato di creare e nel contempo ho sognato di possedere (e che nel mentre sono divenuti realtà).

Il Toshiba Satellite Click Mini è un ibrido tra tablet e notebook, rappresenta in questo momento lo stato dell’arte della tecnologia “portatile” ed è stato il mio fidato compagno di viaggio per tutto il mese di agosto nel quale mi sono spostato attraverso l’Europa a bordo della mia moto. Il piccolo di casa Toshiba si è infilato in ogni angolo dei miei minuscoli bagagli senza riportare alcun tipo di danno e mi ha permesso di compiere tutte quelle operazioni che solitamente faccio con due diversi dispositivi: tablet, con il quale condivido la mia vita sui social, e portatile, che uso per post produrre i miei scatti e fare qualche leggero montaggio video.

Toshiba Satellite Click Mini (1)

Toshiba Satellite Click Mini, cosa mi è piaciuto

Il primo aspetto che mi ha colpito è sicuramente l’autonomia, praticamente smisurata, che mi ha permesso di superare tranquillamente le 10 ore di lavoro (a patto di non esagerare troppo con la luminosità dello schermo). Questa durata così importante è data dal fatto che il Toshiba Satellite Click Mini è dotato di due batterie: una prima posizionata all’interno del tablet ed una seconda posizionata all’interno della tastiera. Il consumo di energia inizia dalla tastiera in modo che il tablet possa essere utilizzato in maniera indipendente e con la massima carica anche nel momento in cui desiderassimo staccarci dalla tastiera dopo qualche ora di intenso lavoro. La ricarica del dispositivo avviene tramite un classico cavo microUSB che rende quindi assolutamente superfluo il fatto di doversi portare un’ulteriore trasformatore in quanto basta un semplice caricatore per telefonini che abbia però almeno una potenza di 2A, come quello fornito da Toshiba. Il tempo di ricarica non è proprio immediato e servono alcune ore per raggiungere il pieno regime ma del resto abbiamo a che fare con due batterie molto capienti.

La presenza di questi due accumulatori comporta che vi sia un incremento nello spessore dell’oggetto che ha un peso di 980 grammi. Spessore non ai minimi ma vi assicuro che un po’ di volume non fa altro che conferire maggiore solidità all’oggetto e che il peso, non esorbitante, è ampiamente ripagato dalle diverse funzionalità disponibili quali porte a volontà e casse per l’audio.

Il secondo aspetto che mi ha fatto amare questo prodotto è il display full HD da 8,9 pollici con tecnologia IPS che è stato il mio compagno di viaggio nelle fotografie scattate con la reflex e postprodotte all’istante. È chiaro che si tratta di un ibrido destinato ad operazioni non pesantissime perché il processore Intel Bay Trail è destinato ad utilizzi non eccessivamente onerosi ma mio caso ci ho fatto girare una versione di prova di Photoshop senza troppi problemi. Certo la risoluzione di 1920 x 1200 è molto elevata in una diagonale così contenuta ma lo schermo appare luminoso, estremamente denso, risulta nitido e ben definito. Un leggero montaggio video è facilitato dalla risoluzione elevata.

Il terzo aspetto riguarda la connettività praticamente smisurata con un set di porte utili in ogni occasione. Per venire incontro alle esigenze di mobilità si trova sia un lettore microSD sia un SD, a fianco del quale si trova una porta USB. Se si desidera poi collegare un’monitor esterno vi è anche l’uscita miniHDMI. Praticamente avete tutto ciò di cui potreste avere bisogno in caso di necessità. Ovviamente non manca l’uscita jack per le cuffie.

La tastiera, che si collega al tablet tramite una cerniera sufficientemente resistente e che si fa apprezzare per la rapidità di apprendimento, estende notevolmente la possibilità di utilizzare questo prodotto per scopi più business. Resta implicito il fatto che dobbiate confrontarvi con spazi molto ristretti ma il tastierino asportabile è comodo. Windows 8.1 e MS Office pre-installati lo rendono un portatile da lavoro semplice, ma efficace.

Il prezzo è più che vantaggioso se si considera che fondamentalmente si ottengono due prodotti.

Toshiba Satellite Click Mini (5)

Toshiba Satellite Click Mini (4)

Toshiba Satellite Click Mini (3)

Toshiba Satellite Click Mini (2)

Considerazioni finali

Il Toshiba Satellite Click Mini è fondamentalmente un prodotto ben riuscito che mette a disposizione tutto ciò che serve sia per il lavoro, sia per il tempo libero. Vi potete guardare la TV in steaming, un video oppure ascoltare della musica grazie anche ad un sistema di casse integrato che produce un suono di discreta qualità. Se proprio siete maniaci della fotografia avete addirittura due fotocamere (anteriore e posteriore) e WiFi N con Bluetooth 4.0 per collegarvi e condividere al volo. Il disco rigido interno permette di accedere ai dati a velocità sufficientemente elevate e in più il fatto che possa essere utilizzato fondamentalmente come due prodotti distinti lo rende un prodotto interessante e fondamentalmente azzeccato. Il fatto poi che non si debba girare con l’ennesimo caricabatterie, ma che sia sufficiente un caricatore USB con un cavo microUSB (che poi è lo stesso che uso per il mio cellulare) è a mio avviso la ciliegina sulla torta. Il prezzo ? Ai minimi.

Toshiba Satellite Click Mini (9)

Toshiba Satellite Click Mini (8)

Toshiba Satellite Click Mini (7)

Toshiba Satellite Click Mini (6)

Toshiba Satellite Click Mini (10)

Articolo scritto e redatto da lingegnere | Tutti i diritti sono riservati

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati