Avete mai riflettuto sull’importanza del design nella nostra vita? Vi siete mai soffermati su quanto design, creatività ed innovazione siano mescolate in maniera armonica nella quotidianità? Basta pensare alle nostre giornate ed agli oggetti che fanno parte dei nostri indispensabili alleati che, giorno dopo giorno, ci permettono di vivere al meglio la nostra vita ottimizzandola e rendendola più piacevole. In occasione della Design Week milanese, sono stati presentati diversi progetti che hanno dato dimostrazione di questa integrazione perfetta fra design, creatività e tecnologia. Fra questi, uno in particolare mi ha colpito: la Cactus Chair.

Di cosa si tratta? Immaginatevi L’Automobile che si fa Mobile. Sì, non è solo un gioco di parole divertente, ma è la realtà di un progetto che unisce la tecnologia mettendola al servizio del benessere e della creatività dando vita alla Cactus Chair. Questo progetto interpreta perfettamente lo spirito Citroen in una sedia. Gli Airbump di Citroen C4 Cactus diventano così la base di una nuova creazione di design: nati per il mondo dell’automotive, gli innovativi elementi distintivi di C4 Cactus si trasformano per diventare una sedia rivoluzionaria.

 


Così, quando tutto sembra sia stato già inventato, Citroen ci sorprende con la sua creatività attraverso le esclusive protezioni alla carrozzeria di C4 Cactus, dove lo stile, la tecnologia e la funzionalità si fondono insieme creando un vero oggetto di design. Allo stesso modo ha fatto Mario Bellini, progettando per la prima volta una sedia in plastica che ha il conforto di una sedia imbottita ispirandosi appunto al concetto degli Airbump. Durante l’esposizione denominata Cactus Chair: l’automobile si fa mobile, avvenuta nell’esclusivo spazio di viale Tortona 20, gli Airbump di Citroen C4 sono diventati i protagonisti incontrastati in quanto alla base di una nuova creazione di design.

Mario Bellini, vero fuoriclasse nell’ideazione e progettazione delle sedute, è stato infatti incuriosito dal fatto che un’auto, che si chiama Cactu,s avesse parti eccezionalmente morbide e nel contempo protettive. Affascinato dalla tecnologia Airbump, l’architetto milanese ha così ideato un’applicazione inedita per le capsule ad aria compressa che proteggono la vettura di Citroen. Ha visto così la luce Cactus Chair, il frutto di un processo creativo rapido e apparentemente semplice

Abitacolo ed abitazione, sedile e sedia, portiere e porta, tettuccio e tetto, finestrino e finestra. Quante parole condivise fra lo spazio di un’automobile e quella di un immobile. Sarà per questo che, quando un giorno Citroen Italia mi ha portato in studio come un trofeo tecnologico l’Airbump, la prima idea che ho avuto toccandolo è stata: perché non immaginare una nuova sedia che alla leggerezza ed economicità di una sedia in plastica aggiunga anche la comodità di una vera imbottitura? Sfruttando l’aria presente tra i due gusci flessibili dell’Airbump, una molla ad aria, un imbottitura perfetta, è nata così una sedia dal nome paradossale: Cactus Chair. Dall’automobile al Mobile

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati