Ricchissima di colori e tessuti, la nuova collezione primavera estate dedicata alla donna firmata da Roy Rogers ha davvero il sapore delle prossime stagioni estive, strizzando infatti l’occhio ad un mood sportivo ed assolutamente femminile

L’ispirazione orientale, che arriva direttamente dal Giappone, rende la linea dei capi perfetta per vestibilità morbide con le realizzazioni lino, cotone giapponesi, sete stampate e gabardine a micro disegni liberty. La donna pensata da Roy Rogers indossa colori accesi come il fucsia, il verde ed i royal che vengono applicati talvolta con la tecnica di tinteggiatura tie & dye, che ricordano i colori accesi le fantasie psichedeliche della California degli anni ’70. Elementi distintivi fanno qui la loro comparsa, come pantaloni slim a vita alta, le minigonne con maxi stampe floreali, i pantaloni declinati in denim e gli shorts. Camicie, abiti e gonne rendono questa collezione leggera, utilizzando un mix di seta e cotone, colorandone poi le forme attraverso l’utilizzo di stampe floreali e liberty che non stancano affatto la donna, anzi la fanno sentire come nel bel mezzo di un safari.

 

SAMSUNG CSC

SAMSUNG CSC

SAMSUNG CSC

SAMSUNG CSC

SAMSUNG CSC

 

Ciliegina sulla torta di questa collezione primavera estate 2014 firmata da Roy Rogers sono le giacche sartoriali in seta lino che, lavorata a telaio, rendono evidenti le trame dei fili colorati che compongono fantasie sfumate perfette da abbinare a giubbotti chiodo in pelle nei colori rosso, fango e nero

Una collezione delicata e variopinta, che va incontro così alle esigenze più disparate della donna d’oggi che vuol essere coccolata da materiali d’alta qualità ma allo stesso tempo vuole giocare con la moda stessa attraverso i colori e le stampe

 

SAMSUNG CSC

SAMSUNG CSC

SAMSUNG CSC

SAMSUNG CSC

SAMSUNG CSC

 

 

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati